venerdì 30 marzo 2018

Robert Moore Williams nel Maggio del 1942 predice la Bomba Atomica!

Sembra incredibile, ma è assolutamente vero!.
Sulla rivista Amazing Stories del maggio del 1942 fu pubblicato un racconto di Robert Moore Williams intitolato "The incredible slingshot bomb's". Il plot del racconto di fantascienza non è niente di speciale: un ragazzino sfrutta per caso un varco temporale aperto dagli alieni, per combinazione mentre entra in questa nuovo mondo, raccoglie quello che lui credeva essere dei sassi, salvo poi prendere a sassate gli alieni con la propria fionda, per evitare un'invasione sulla Terra. Quello che il bambino credeva essere sassi, erano in realtà BOMBE ATOMICHE MINIATURIZZATE!

Quello che c'è di stupefacente nel racconto di fantascienza è la presenza del termine Atomic Bomb, un termine scritto 3 anni prima che detonassero le prime atomiche nel 1945 con l'esperimento di Trinity nel deserto del Nevada, poi le due esplosioni in Hiroshima e Nagasaki.

Il segretissimo progetto Manhattan nel 1942 era già iniziato, grazie allo spunto della lettera scritta da Einstein, tuttavia quello che è straordinario è che sia stato presentato in un magazine di fantascienza il termine "bomba atomica", anticipandone platealmente l'uso comune!!

mercoledì 28 marzo 2018

Dottor Who nasce nel 1940 su Amazing Stories del novembre 1940


Non c'è nessun dubbio, il personaggio Dr.Who è nato su Amazing Stories nel novembre del 1940 dalla fantasia dell'autore Nelson S.Bond che immaginò l'esistenza di un essere iperterreno, capace di viaggiare istantaneamente nel tempo e nello spazio, per scopi scientifici. Nel novembre del 1940 nel racconto "The scientific pioneer returns" il Dr.Who non si chiamava Dr.Who ma Lancelot Biggs.

Dr. Who (1963)





domenica 25 marzo 2018

Treasure trouve in time (1940) è seconda protogenesi di Minority Report (2002)

Sul magazine Amazing Stories del novembre del 1940 fu pubblicata una novella di fantascienza di David Wright O'Brien intitolata "Treasure trouve in time". L'autore riprende il tema della cronovisione dell'autore KAW (che era già stato pubblicato in passato da Amazing Stories nel 1926 con una fiaba basata su un cronovisore del passato) per immaginare che il dispositivo possa fotografare il futuro!.
L'assonanza con il cronovisore , quanto la cronovisione del "Minority report" (2002) e "Deja Vu" (2006) è forte, a riprova che molti dei temi di fantascienza moderni sono solo la farcitura d'effetti speciali dentro la cronica permutazione di contenuti di SciFi già elaborati in passato e che poco o niente c'è di veramente originale nella SciFi. 



giovedì 22 marzo 2018

Il nucleo di curvatura di Star Trek nasce su Astounding Science fiction nell'agosto 1938

Su Amazing Stories Quaterly estate 1930 fu pubblicato il racconto di fantascienza di John W.Campbell Junior intitolato "The voice of the void" in cui per la prima volta viene concepito un apparato ricetrasmittente disegnato dall'illustratore Wesso e non un sistema di propulsione.
Infatti su Astounding Science Fiction nell'agosto 1938 tale apparato ricomparirà addirittura nella copertina avendo però la funzione modificata in sistema d'alimentazione, nel racconto di SciFi "la nave infernale" di Arthur J.Burke. E' nato sostanzialmente nel 1938 il WARP Kern, il nucleo di curvatura di Star Trek!


Lurkavo rapidamente sbirciando per curiosità tra le altre copertine delle altre PULP Mags e mi sono accorto che il concetto di "nucleo di curvatura" alias "WARP Kern" fu poi pesantemente scopiazzato in una suggestione di copertina di Galaxy Science Fiction del Marzo del 1951.


Diventerà il WARP Kern elemento fisso della saga di Star Trek, assieme ai cristalli di Dilitio (probabilmente storpiatura di+Litio noto materiale utile per fare pile ricaricabili molto potenti e facili da ricaricare!)



lunedì 19 marzo 2018

V-Visitors (1984)

Mini serie televisiva degli anni ottanta, V-Visitors riprende il tema di H.G.Wells la "Guerra dei Mondi" immaginando un'invasione aliena strisciante, nascosta da false dichiarazioni aliene di pace.
I difetti logici della serie televisiva (che poi avrà un remake nel 2009) sono IMHO assai gravi e numerosi:
  • Non si capisce come delle maschere di gomma possano dare l'impressione di un volto umano, quando gli alieni senza la maschera avrebbero un testone rettiloide che appare enorme, almeno il doppio di un cranio umano.
  • Con così tanta tecnologia aliena, non si capisce perchè gli alieni decidano d'optare per un'invasione strisciante, quando un attacco massiccio e fulmineo ad USA ed URSS che avrebbe messo KO le due super-potenze mondiali, avrebbe poi sicuramente indotto tutti gli altri paesi del mondo a subire l'invasione aliena passivamente.
  • L'ipotesi di una resistenza civile contro gli alieni appare poco credibile: tutte le strutture militari terrestri risultano esistenti e passive e non collaborative con la resistenza, e questo appare poco plausibile.
  • La battaglia finale nel serial-tv "V-Visitors" è combattuta con quattro gatti :-) male armati e male addestrati, è solo grazie all'aiuto di una quinta colonna aliena (che è amichevole e pacifica e quindi è un elemento inconsistente nella fabula) che i resistenti ottengono la vittoria.
  • Non si capisce perchè con tutta la tecnologia ed il "know how" scientifico assai più sviluppato, gli alieni decidano per un'invasione strisciante violenta che consuma loro energie, quando un VIRUS ALIENO studiato ad hoc per soggiogare l'umanità, avrebbe dato risultati più efficienti senza sparare nemmeno un raggio protonico!.


venerdì 16 marzo 2018

L'Oro in Soffitta (v1.01)

Otto racconti di Climate Fiction già pubblicati in altri ebook, sono stati scelti per rielaborarli in un ReMiX, per proporre un nuovo testo, di CliFi cruento!.




File rintracciabile anche presso altri clouds:
https://www.scribd.com/document/374049344/l-Oro-in-Soffitta


giovedì 15 marzo 2018

I kamikazee furono immaginati da Amazing Stories nel 1940

Sembra incredibile, ma è assolutamente vero!.
Nel magazine del mese d'agosto 1940 (ossia 16 mesi prima circa, dall'attacco di Pearl Harbor del 7/12/1941) fu pubblicato un racconto di fantascienza "Suicide squadrons of space" scritto dall'autore David Wright O'Brien

L'autore dipinge un racconto d'azione fantascientifico alla Buck Rogers, con l'impiego di squadroni suicidi di ranger spaziali, come unica arma da spedire contro gli inarrestabili Mongoli spaziali. Per un osservatore del XXI°secolo la metafora di guerre spaziali come guerre nell'Oceano Pacifico tra Americani e Giapponesi è chiarissima nel racconto. L'impiego di truppe speciali in missioni impossibili e suicide è descritta a parti contrapposte. 

Nel racconto di fantascienza dell'agosto del 1940 sono descritti in chiave futurista, quelli che diventeranno i Kamikazee giapponesi, che però saranno impiegati solo dopo la battaglia di Midway del 6/6/1942 (perchè la marina giapponese, perse tutte le sue porta-aerei). Tutto questo accadde per fiction, su Amazing Stories circa 1 anno e 10 mesi prima che i kamikazee diventassero una realtà!.

sabato 10 marzo 2018

Il Big Shooter di Jeeg robot nasce su Science Fiction del giugno del 1939

Lurkavo rapidamente sbirciando per curiosità a caso tra le copertine delle molte PULP Mags che ho scaricato, mi sono accorto che il BIG SHOOTER di Jeeg robot, ebbe a nascere da una suggestione di copertina della rivista "Science Fiction" del giugno 1939.
I catamarini laterali dell'astronave non si erano ancora sviluppati, ma la forma del corpo centrale dell'astronave, il colore rosso, la presenza di timoni, la presenza di razzi propulsivi, le funzionalità di emettere raggi (e per il momento, non ancora i componenti di Jeeg) dai lati, sono già tutte capacità interamente presenti nella copertina del 1939 che ospita il proto-Big Shooter.



mercoledì 7 marzo 2018

Flying saucers & UFO prima del 1947 nelle Pulp Mags

Dischi volanti UFO e Pulp Mags: per maggiori dettagli leggere l'articolo sul blog Paleocontatto ;-)

In sintesi tirando le fila intorno al quesito: quando c'è stata dentro le pulp mags, una raffigurazione compatibile con della tecnologia aliena?!


  1. l'iconografia più vecchia attinente ad uno shape SICURAMENTE a disco volante risale al 1928/aprile in Amazing Stories 
  2. l'iconografia più vecchia attinente ad uno shape compatibile con la fenomenologia Foo Fighter/luci di Hessdalen, la si ritrova in Amazing Stories del 1929/settembre.
  3. L'associazione tra Dischi Volanti e Foo Fighters comparve nell'iconografia delle "pulp mags" molto prima del fenomeno Foo Fighter, mostrando raffigurazioni e potenziali contesti inerenti a probabili avvistamenti UFO, che poi potrebbero essere stati permutati e/o remixati in racconti di SciFi dagli autori, per trarne una monetizzazione!.
  4. E' possibile, che la raffigurazione grafica in Amazing Stories del Maggio 1926 sia la protogenesi dei dischi volanti come creazione artistica ibrida nelle Pulp Mags, da cui sono nate a-le astronave siluriformi a dirigibile e propulse a razzo oppure b-gli oggetti discoidali. Tuttavia, pensare che tale iconografia, sia l'unica causa che ha alimentato hoax e falsi avvistamenti, riconducendo tutto il fenomeno degli avvistamenti UFO a delle balle reiterate per emulazione umana, è IMHO un grave errore!. Sono infatti numerosi gli avvistamenti di oggetti discoidali e sferici e tubolari, osservati in un passato molto più distante dal 1926 che finirono rappresentati in quadri e/o descritti in annali/proto-giornali in epoche molto precedenti!.

lunedì 5 marzo 2018

I tank TIGRE furono immaginati da Amazing Stories nel 1940

Sembra incredibile, ma è assolutamente vero!.
Nel magazine del mese di Aprile del 1940 su Amazing Stories fu pubblicata una novella di fantascienza intitolata "When the ice terror came" di Jack West. Il racconto di fantascienza guerraffondaica, immaginava nelle mani dell'esercito americano, un nuovo e gigantesco SUPER TANK, capace di portare alla vittoria in pochi mesi l'esercito americano, in lotta contro i nazisti, in un inverno super extra freddo ed ostile, creato ad hoc dai nazisti...

Il racconto sembra il presagio della Battaglia delle Ardenne, che però avvenne nel 1944 e quindi il racconto pubblicato su Amazing Stories, sembra essere stato scritto a parti contrapposte, almeno per l'uso di tank giganti. Furono infatti molti tank tedeschi (solitamente più grandi e massicci e meglio armati, degli Sherman americani) ad essere i protagonisti quasi inarrestabili, sino a quando non tornò il bel tempo, permettendo alla possente armata aerea Alleata, d'annientare tutte le forze di terra naziste!.

giovedì 1 marzo 2018

L'ultima analisi (v1.0)

Omaggio ad Amazing Stories febbraio 1941The last Analysis” di J.Y.Cabot con un plot remastering, in PDF e Copyleft(by-nd-nc)

l'ultima analisi

File rintracciabile anche presso altri clouds:

https://www.scribd.com/document/371606976/Last-Analysis
https://issuu.com/65c02/docs/last_analysis